Google Translate

Worldwide | Italia

28 Aprile, 2003

La gestione delle soluzioni da ufficio e di quelle informatiche - una lotta per gli spazi

Secondo gli specialisti delle infrastrutture di cablaggio Siemon, in molti edifici del Regno Unito, siano essi nuovi piuttosto che ristrutturati si crea una situazione conflittuale per quanto riguarda l'assegnazione degli spazi: va data priorita' all'arredamento d'ufficio o alle attrezzature informatiche ?

John Siemon, il vicepresidente delle Global Operations Siemon, spiega che per la maggior parte delle imprese operanti in ambito uffici, in particolare in quelle zone in cui gli affitti sono elevati, come il sud est, la distribuzione degli spazi è importantissima e ogni metro quadro deve essere utilizzato nel modo più redditizio. Nel contempo e' necessario ricordare che le imprese si basano su sistemi informatici e di comunicazione per consentire ai propri dipendenti di trasmettere senza problemi una grande quantita' di dati in tutto il mondo.

Mr. Siemon aggiunge inoltre che sfortunatamente tali esigenze possono essere contrastanti e quanti si occupano dell'arredamento degli uffici hanno spesso un'opinione diversa rispetto a quanti si occupano della parte informatica su quanto spazio sia necessario per il cablaggio e gli apparati .

Generalmente una postazione di lavoro richiede un minimo di due cavi, uno per collegare il computer e uno per il telefono. Se una società possiede centinaia di postazioni con attrezzature informatiche e di comunicazione, sarà necessario uno spazio sufficiente per contenere la rete di cablaggio di interconnessione.

Mentre per i primi, il cablaggio rappresenta una perdita parziale di spazi che si sarebbero potuti occupare con postazioni di lavoro, al contrario la priorità dei responsabili del dipartimento d'informatica è avere a disposizione un'area abbastanza grande, che gli permetta di ospitare ed accedere senza difficoltà al cablaggio ed agli apparati.

Esistono standard internazionali che sono stati definiti al fine di risolvere questo problema e forniscono direttive e specifiche relativamente agli spazi da riservare alle telecomunicazioni, come l'ISO/IEC 18010, intitolato "Information technology - Pathways and spaces for customer premises cabling". Un altro standard è il TIA/EIA-569-A che contiene i requisiti relativi agli spazi da riservare a tale scopo, consigliando un rapporto ottimale di 0.07 m2 di apparecchiature per ogni 10 m2 di spazio lavorativo. Un'altra utile fonte di informazione a proposito è il manuale BICSI Telecommunications Distribution Methods; nonostante non sia obbligatorio attenersi alle norme contenute in questi documenti, essi rappresentano una risorsa eccellente per la pianificazione e la progettazione degli spazi e possono, se seguiti correttamente, aumentare il valore dell'immobile in caso si decida di venderlo o darlo in locazione.

Oltre ad attenersi a questi parametri, la soluzione al problema consiste nel cercare un compromesso tra le esigenze di ambo le parti, che devono tener conto dei seguenti dieci punti essenziali:

I responsabili dell'arredamento degli uffici dovrebbero tener presente che:

  • Gli apparati dovrebbero essere accessibili e si dovrebbero spostare facilmente, Inoltre, bisognerebbe essere in grado di raggiungere la parte anteriore dei rack, con uno spazio sufficiente per la circolazione dell'aria, evitando cosi' il surriscaldamento degli apparati ed una conseguente riduzione della loro durata di vita media.
  • L'illuminazione dovrebbe essere presa in attenta considerazione, in quanto i dipendenti del dipartimento d'informatica dovranno trascorrere molto tempo nella zona dedicata alle telecomunicazioni, che dovrà perciò essere illuminata e confortevole come una postazione di lavoro normale.
  • Se il cablaggio viene installato in uno spazio inadeguato o angusto, la durata e le prestazioni ne risentono. Inoltre, se venisse collocato in prossimita' degli spazi destinati all'alimentazione elettrica, sorgerebbero problemi di interferenza. Lo spazio complessivo da dedicare alle attrezzature per la comunicazione deve quindi attenersi alle specifiche definite per il cablaggio, lasciando un sufficiente spazio libero per gli apparati elettronici.
  • Uno spazio insufficiente tra i rack e le pareti o altre attrezzature potrebbe contravvenire alle norme di sicurezza vigenti, se questo intralciasse l'evacuazione dei dipendenti in caso di emergenza.

I responsabili del reparto d'informatica devono considerare i seguenti temi:

  • Il costo degli spazi - il prezzo medio delle proprietà immobiliari commerciali al momento si aggirano intorno alle £269 al metro, arrivando a £753 nel West End londinese.
  • La sicurezza - potrebbero sussistere delle restrizioni nell'uso dello spazio affinché vengano rispettate le norme di sicurezza.
  • La flessibilità dell'area lavorativa - in caso di aumento del numero di postazioni di lavoro o di modifiche nell'utilizzo degli spazi, questi potrebbero essere trasformati da ufficio a sala riunioni e richiedere l'uso di nuovi servizi, ad esempio di tipo video.
  • Nel caso esista già una collocazione sicura, si può prendere in considerazione di sostituire armadi ingombranti con rack, meno ingombranti e senza esigenze ambientali come illuminazione e condizionamento.
  • Scegliere opzioni ad alta densità, come connettori a fibre ottiche di piccole dimensioni e pannelli angolati per ridurre il numero dei rack.

Mr. Siemon afferma che la spinta finanziaria per arrivare ad un accordo tra le parti è forte e, a meno che gli spazi usati per il cablaggio e gli apparati non siano progettati e costruiti tenendo presenti i punti citati sopra, ci sarà un impatto negativo sulle prestazioni e la durata delle apparecchiature informatiche e sulla flessibilità dello spazio. Bisogna anche tenere in considerazione che la garanzia dei prodotti e dei sistemi informatici potrebbe decadere in assenza degli spazi necessari; in questo caso, la gestione errata degli spazi risulterebbe onerosa e la correzione di eventuali errori estremamente difficile.

The Siemon Company - www.siemon.com

Siemon, fondata negli Stati Uniti nel 1903, è leader a livello mondiale nella progettazione e realizzazione di componenti e sistemi standard per il cablaggio strutturato.

Con sede a Watertown, Connecticut, Siemon ha 20 uffici in 12 Paesi. La sede per la regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) è situata a Woking nel Surrey, Regno Unito.

I sistemi di cablaggio strutturato di Siemon includono l'intera gamma di soluzioni di connettività dalla Categoria 5e alla Categoria 7, soluzioni per la connettività sia in rame sia in fibra e un'ampia gamma di soluzioni di supporto con tecnologia passiva.

La linea di prodotti è in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza di multinazionali o di aziende dislocate in diverse sedi e che operano nei settori della distribuzione, del commercio, dell'industria e della pubblica amministrazione, oltre alle esigenze legate al mercato residenziale. Il tutto mediante installazioni personalizzate e chiavi-in-mano.

L'azienda detiene una posizione di leadership anche nella ricerca e sviluppo di tecnologie per il cablaggio e contribuisce alla definizione degli standard internazionali del settore.

Siemon è certificata ISO9001, 9002 e 14001 e il Certified Installer Training Course di Siemon consente di acquisire punti per l'accreditamento BICSI RCDD.

PER INFORMAZIONI:

Susann Bladwell, PR Consultant
T:   +49 (0)351 7958 8433
M:  +49 (0)176 7863 4709
sbladwell@clearcommunications.de
Free eBook

Guide to Data Center Cabling Infrastructure

36-pages focused on data center best practices.

» Download eBook

Cablaggio di Categoria 7?
Categoria 7 in pratica Articoli e Casi di Studio. 48 pagine.
» Sfoglia
Individua un Distributore
I Distributori Autorizzati Siemon nella vostra Zona
» Segue
Cisco and Siemon

Cisco Technology Developer Partner


See Siemon in Cisco Marketplace: